DIMISSIONI DELLA RAGGI: FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE

DIMISSIONI DELLA RAGGI: FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE

La Raggi taglia in un solo anno i fondi per i disabili da 95 a 60.5 milioni di euro. Per i soggetti a rischio di esclusione sociale taglio di 10 milioni nel 2017 e di 30 milioni nel 2018. Sostegno all’occupazione giovanile tagliato da 5 a 3 milioni di euro. Però Salvatore Romeo doveva avere lo stipendio triplicato. E, guardate, a me degli stipendi degli staffisti interessa poco. Ma quando tocchi la carne viva dei più deboli in una città che collassa, meriti che il Popolo della Famiglia faccia giungere forte la sua voce: dimissioni subito per incapacità e indegnità, senza attendere l’iscrizione a registro indagati, per Virginia Raggi la canna al vento che non ha la minima idea di cosa deve fare e prima va a piangere al pranzo della Caritas e poi fotte i bisognosi.

Non solo. Dopo sette mesi di “governo” a Roma, la Raggi si dimostra il peggior Sindaco di Roma degli ultimi vent’anni. Componenti di Giunta fatti fuori da indagini, funzionari arrestati,. Da ultimo, si scopre che Marco Raponi, membro del collegio che ha bocciato pochi giorni fa il bilancio del Comune di Roma, il primo dell’era Raggi, è allo stesso tempo è imputato per bancarotta fraudolenta, con l’accusa di aver “sottratto o distrutto” i verbali del collegio sindacale del Latina Calcio, con l’obiettivo di nascondere il crac in corso. Marco Raponi, commercialista di Cori (Latina) con la passione per la politica (di centrodestra), mai avrebbe immaginato un giorno di trovarsi con in mano un bilancio pubblico pesantissimo da valutare. La città di Cori che negli anni passati ha amministrato – appoggiato da una lista civica vicina all’epoca a Forza Italia e Alleanza nazionale – ha appena 11mila abitanti, e un bilancio che neanche sfiora quello del più piccolo municipio della capitale. Ma a volte è il caso che gioca curiosi scherzi: dallo scorso febbraio è uno dei tre revisori dei conti del Campidoglio, componente dell’Oref, l’organismo che poco prima di Natale ha bocciato il primo bilancio firmato dalla giunta Raggi. Nominato nel febbraio scorso dal commissario straordinario, attraverso una selezione basata sul sorteggio informatico, come raccontano i verbali di Roma capitale firmati dal prefetto Tronca.

E in tutto questo la Raggi che fa? Inserisce nel bilancio di Roma Capitale la previsione di strumenti finanziari per programmazioni che vadano a valorizzare le diverse identità di genere, con il grave rischio di permettere stabilmente all’interno delle scuole comunali, l’introduzione di teorie che mirano a plagiare lo sviluppo dei nostri figli, attaccando le diversità tipiche dell’uomo e della donna, in un’ottica che nulla ha a che vedere con la salvaguardia dei giusti diritti, creando un precedente per l’intera Nazione.

Per questo motivo, vogliamo sostenere “SOS Ragazzi” che vogliono far sentire la nostra voce di protesta: vuoi partecipare a questa battaglia?

Compila il form e firma la tua petizione di protesta per denunciare insieme con coraggio questi fatti, e far arrivare al Sindaco e alla Sua Amministrazione il nostro disappunto!

Siamo certi che anche tu ritieni che questo sia doveroso: dobbiamo difendere i nostri giovani, e spronare chi amministra i nostri comuni a impiegare il pubblico denaro per dar loro un futuro.

La tua partecipazione e il tuo sostegno alla nostra azione è indispensabile: possiamo contare sul tuo aiuto?

Clicca qui e firma anche tu:

http://www.sosragazzi.net/petizione-ideologia-gender-roma/

 

2 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi