"Non giudicate, per non essere giudicati"
#2minutidipreghiera

Lunedì 25 Giugno 2018
S. Massimo; S. Guglielmo di Montevergine; S. Prospero
12.a Tempo Ordinario
2Re 17,5-8.13-15a.18; Sal 59; Mt 7.1-5

+ Dal Vangelo secondo Matteo 7,1-5
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non giudicate, per non essere giudicati; perché con il giudizio con il quale giudicate sarete giudicati voi e con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi. Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio del tuo fratello, e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio? O come dirai al tuo fratello: "Lascia che tolga la pagliuzza dal tuo occhio", mentre nel tuo occhio c'è la trave? Ipocrita! Togli prima la trave dal tuo occhio e allora ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall'occhio del tuo fratello».

"Non giudicate, per non essere giudicati"

A tutti è dato di sperimentare l'Amore di Dio. A tutti, nessuno escluso. Solo l’amore riempie i vuoti, le voragini negative che il male apre nel cuore e nella storia di ciascuno di noi. Eppure, quante volte giudichiamo anche Dio, perché pensiamo che dovrebbe castigare i peccatori, condannarli a morte invece di perdonare?

La prospettiva di salvezza del cristiano non si fonda sulla sola pratica dei precetti, su un efficientismo che è pretesa di giustizia secondo canoni che nulla hanno a che vedere con Dio. Se nel nostro cuore non c’è la misericordia, la gioia del perdono, non siamo in comunione con Dio, anche se osserviamo tutti i precetti. Perché è l’amore che salva, non la sola pratica dei precetti. E’ l’amore per Dio e per il prossimo che dà compimento a tutti i comandamenti. Il maligno è furbo e ci illude che con la nostra giustizia umana possiamo salvarci e salvare il mondo. In realtà solo la giustizia di Dio ci può salvare e la giustizia di Dio si è rivelata nella Croce. La croce è il giudizio di Dio su tutti noi e su questo mondo.

E se la Croce è l’atto supremo con cui la giustizia di Dio si rivela, la misericordia deve essere la giustizia degli uomini: Dio ci giudica dando la vita per noi. Ecco l’atto supremo di giustizia che ha sconfitto una volta per tutte il principe di questo mondo. E questo atto supremo di giustizia è proprio anche l’atto supremo di misericordia. Gesù ci chiama tutti a seguire questa strada: "siate misericordiosi come il padre vostro è misericordioso”.

(Mt 7.1-5)

featured-e1529902083249 "Non giudicate, per non essere giudicati"

Leggi anche ...

53a1c44fb16a61418fe4be3bc8b6ea59?s=100&r=g "Non giudicate, per non essere giudicati"

Chi sono Davide Vairani

Sono nato il 16 magg­io del 1971 a Soresi­na, un paesino della bassa cremonese. Peccatore da sempre, cattolico per Graz­ia. Se oggi sono cattolico lo devo ad un incontro fondamentale con d­on Luigi Giussani che mi ha educato a vi­vere.

https://www.communitylacroce.it/wp-content/uploads/2018/06/featured-e1529902083249.pnghttps://www.communitylacroce.it/wp-content/uploads/2018/06/featured-e1529902083249-150x150.pngDavide VairaniArchivio #2minutixpregare#Frammenti'Non giudicate, per non essere giudicati' #2minutidipreghiera Lunedì 25 Giugno 2018 S. Massimo; S. Guglielmo di Montevergine; S. Prospero 12.a Tempo Ordinario 2Re 17,5-8.13-15a.18; Sal 59; Mt 7.1-5 + Dal Vangelo secondo Matteo 7,1-5 In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non giudicate, per non essere giudicati; perché con il giudizio con il quale... "Non giudicate, per non essere giudicati"