Pillole di Libertà

Pensieri di Silvana De Mari

I primi genitori costretti all’agonia di un figlio, alla sua lenta e terribile morte per disidratazione sono stati i coniugi Schindler, genitori di Therese, coniugata Schiavo.

Potete trovare la storia di Therry Schiavo su Wikipedia.

Terri_Shiavo Pillole di Libertà

In seguito a un arresto cardiaco prolungato ha subito un danno cerebrale. Si trattava quindi di una persona cerebro lesa, non in coma, che secondo i genitori ( e mi sembra credibile) aveva un normale ciclo sonno veglia e rispondeva con un accenno di sorriso alle carezze.

Alla fine di una battaglia legale durata anni, il marito di Therry, che era l’erede legale dei suoi beni, e che era in rapporti problematici con lei, contro il parere dei genitori, ottenne la morte della moglie ottenuta con la sospensione dell’alimentazione.

Vale a dire?

Una dignitosa morte per disidratazione. Il marito ha assicurato che Therry non avrebbe voluto vivere così.

La madre ha ripetuto che la vita della figlia era una piccola vita, dove però ancora c’era la gioia, ma non è stata ascoltata. Dolore e sofferenza anche se spesso usati come sinonimi , non lo sono. Il dolore è una sensazione fisica, la sofferenza la sua elaborazione mentale. Avere dolore agli addominali per aver fatto troppi esercizi è dolore , non differenza. Le doglie di un parto che sta andando bene , lo stesso. Supponendo che una persona celebro lesa non provi sofferenza (ed è una supposizione), è certamente in grado di sentire dolore, il dolore terribile della disidratazione, le piaghe uremiche che si aprono nella bocca, la gola che brucia a ogni respiro.

Sono stati somministrati analgesici, certo, come rivela la cartella, e sono stati somministrati perché c’era dolore. Medici e infermiere sono stati costretti a vedere questo orrore. I genitori hanno dovuto sapere che la loro figlia moriva così in una clinica per terapie palliative (sic).

Come siamo arrivati a tutto questo?

Come diavolo ci siamo arrivati?

Come è possibile che medici e infermieri eseguano serenamente il compito di fare morire qualcuno di disidratazione, senza “cedere” al riflesso condizionato di mettere su una flebo davanti alle piaghe che spaccano le labbra e la bocca?

Ci siamo arrivati mediante un passaggio fondamentale, la chiave di volta.

Non è che i medici siano sempre stati degli stinchi di santo.

Tutti conosciamo le storia del dottor Mengele, meno note sono le imprese dei suoi omologhi giapponesi dell’unità 731.

Se non sapete che fossero costoro potete cercare su google.

Anzi, no. Lasciate perdere.

Meglio non sapere.

Gli psichiatri sovietici non si sono coperti di gloria, e anche gli psichiatri statunitensi capitanati da Cameron che collaborarono con la CIA in esperimenti su non consenzienti di amnesia provocata e condizionamento mentale (programma MK ultra) non sono stati degli eroi.

Tra l’altro , il programma MK ultra è uno dei quei campi dove è difficile capire dove sia il confine tra realtà e leggenda metropolitana, ma a un certo punto ci fu anche un’indagine di una commissione con a capo Edward Kennedy, quindi ci deve essere qualcosa di vero.

Attali, il mentore di Macron, spiega come sia più corretto sopprimere gli anziani improduttivi (in effetti si risparmia sulle pensioni)

Singer, venduto come filosofo (!!!) e filantropo (???) spiega come sia giusto sopprimere un neonato malato così che possa essere sostituito (sostituto?) da un neonato sano (e se viene malato anche questo?)

C’è stato un passaggio per cui la vita ha perso valore.

La vita di tutti. Quella di ognuno di noi.

Segue

printfriendly-pdf-email-button-notext Pillole di Libertà
88f05dc6f204a82971a74280c54572e1?s=100&r=g Pillole di Libertà

Chi sono Davide Vairani

Sono nato il 16 magg­io del 1971 a Soresi­na, un paesino della bassa cremonese. Peccatore da sempre, cattolico per Graz­ia. Laureato per accide­nti in filosofia all­’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, da vent’anni lavoro nel sociale. Se sono cattolico, apostolico, romano lo devo ad un incontro fondamentale con d­on Luigi Giussani che mi ha educato a vi­vere. Perchè un Blog dal titolo “Direzione verso Est?” La nostra vita nasce ad Est e ritorna ad Est: è un cammino che non finisce qui. Per questo motivo, affermare che la trascendenza è un fattore costitutivo dell’uomo non è irrilevante rispetto alla dimensione sociale, culturale e politica della nostra esistenza. Vi invito a seguirmi su Facebook e su web al mio Blog “Direzioneversoest”

http://www.communitylacroce.it/wp-content/uploads/2017/06/Copy-of-demari-04.jpghttp://www.communitylacroce.it/wp-content/uploads/2017/06/Copy-of-demari-04-150x150.jpgDavide VairaniLIBRI#PillolediLibertà,#SilvanaDeMariPillole di Libertà Pensieri di Silvana De Mari I primi genitori costretti all'agonia di un figlio, alla sua lenta e terribile morte per disidratazione sono stati i coniugi Schindler, genitori di Therese, coniugata Schiavo. Potete trovare la storia di Therry Schiavo su Wikipedia. In seguito a un arresto cardiaco prolungato ha subito un...cropped-DIRVERO1-1-3 Pillole di Libertà