Quanto vale un’emozione?

Tutto sembra acquistare consistenza in misura a quanto ci emoziona. Passata l’emozione del momento finisce tutto. Si spegne. Quel tutto che ci ha emozionato quella volta lì, in quel preciso momento, perde valore ai nostri occhi. Non ci emoziona più? Pazienza. Si cerca una nuova emozione. E così via. 

Rita Bellanza è uno dei casi televisivi più clamorosi degli ultimi anni. La concorrente di X-Factor era stata subito ammessa alla competizione per una sua interpretazione suggestiva di “Sally” di Vasco Rossi, che l’aveva immediatamente resa celebre su Youtube. La cantante di appena 20 anni aveva interpretato in maniera magistrale quel pezzo di solitudine e malinconia e sul web tutti si erano prodigati ad esaltarla in maniera quasi spasmodica. I più ferventi estimatori non avevano aspettato un secondo a definirla la nuova Adele, il futuro mondiale della musica italiana e via discorrendo. In un contesto del genere di esaltazione collettiva, Rita Bellanza era stata dichiarata già vincitrice di X-Factor senza dubbio alcuno. non è andata così.  La giovane cantante, dopo una serie di brutte prestazioni, è stata scaraventata fuori dal talent. Ha smesso di emozionare.

“In sostanza sì, sono un caso umano, è inutile negarlo, sono stata affidata a tre famiglie prima di trovare la mia dimensione” – ha dichiarato Rita al Corriere della Sera.

Sophia Rita Eugenia Bellanza è originaria di Cetraro, in provincia di Cosenza, dove vivono ancora alcuni suoi parenti. All’età di 8 anni, Rita è andata via dalla Calabria dopo il “tradimento” del padre. In Lombardia ha trovato accoglienza nella comunità Arcobaleno. Poi l’affido a tre diverse famiglie, fino a trovarne una, a 15 anni, a Riva di Solto, in cui finalmente si è sentita a casa.

E lì, a Berzo San Fermo, nel cuore della Valcavallina, Rita vive tutt’oggi. “È con noi da circa 5 anni – racconta mamma Cati al sito Bergamonews -. Io ho due figlie che vivono fuori casa, una a Pavia e una a Londra. Rita si è legata a noi e noi a lei”. “Ha questa predisposizione naturale per la musica – prosegue la mamma -, ha il ritmo nel sangue, le basta battere le dita e crea un ritmo”. Merito anche dell’esperienza formativa vissuta al Cdpm, il Centro Didattico Produzione Musica di Bergamo, dove già nel 2014 si era fatta notare, aggiudicandosi una borsa di studio. Il dramma che si porta dentro, Rita, “ha saputo trasformarlo in qualcosa d’altro, in rinascita, come lei è”.

E ora che ha trovato la sua fortuna, non dimentica chi ha bisogno, spiega il sindaco di Berzo, Lucio Trapletti, che racconta l’esperienza di Rita come volontaria nelle case per anziani del paese: “Adorava i suoi nonni”, come li chiamava lei. “Li faceva cantare. Con tutte le persone disagiate lei ci mette il cuore e questa sensibilità si traduce poi anche nella sua musica”.

Rita ha addosso tutti i riflettori. Ma il palco di X Factor le mette ansia. Sale e inanella una serie di perfomance traballanti, a volte persino imbarazzanti. Dove è finita la Rita che ha emozionato tutti con la sua interpretazione di “Sally”?“ Sembra sparita.

I giudici la salvano, ma alla fine il pubblico sovrano e a suon di fischi viene letteralmente mandava via dal talent. Non emoziona più Rita. “…I fischi contro una ragazza di 20 anni che ha, forse, la colpa di disattendere le aspettative altrui non sono giusti – risponde con un Tweet – . Non fischiate i politici disonesti, gli assassini, gli evasori, la mancanza di gentilezza… fischiate una ragazza di 20 anni che non ha fatto nulla se non farci sognare quel giorno di settembre per poi non reggere il peso delle nostre aspettative…”.

Quanto vale un’emozione? “Sally” cantata da Rita Bellanza.

printfriendly-pdf-email-button-md Quanto vale un'emozione?

Leggi anche ...

8cab945d9047c88c71d548c38aa2c456?s=100&r=g Quanto vale un'emozione?

Chi sono Davide Vairani

Sono nato il 16 magg­io del 1971 a Soresi­na, un paesino della bassa cremonese. Peccatore da sempre, cattolico per Graz­ia. Se oggi sono cattolico lo devo ad un incontro fondamentale con d­on Luigi Giussani che mi ha educato a vi­vere.

http://www.communitylacroce.it/wp-content/uploads/2017/12/rita-bellanza-580x321.jpghttp://www.communitylacroce.it/wp-content/uploads/2017/12/rita-bellanza-150x150.jpgDavide VairaniSTORIE#emozioni,#musica,#RitaBellanza,#VitaQuanto vale un'emozione? Tutto sembra acquistare consistenza in misura a quanto ci emoziona. Passata l'emozione del momento finisce tutto. Si spegne. Quel tutto che ci ha emozionato quella volta lì, in quel preciso momento, perde valore ai nostri occhi. Non ci emoziona più? Pazienza. Si cerca una nuova emozione....COMMUNITY2 Quanto vale un'emozione?

Comments

comments