Se tutto è uguale al contrario di tutto, nulla è vero

di #DavideVairani

“Un figlio è di chi lo cresce, la genitorialità è un titolo che si acquisisce sul campo”Nichi Vendola a “Chakra” su Rai3

La scrittrice Michela Murgia è tornata in tv in veste di conduttrice con “Chakra”, in onda il sabato alle 18:10 su Rai 3, a partire dal 30 settembre. Il format prevede sei puntate, di circa 45 minuti.

Qual’è l’obiettivo del programma? “Chakra  – ha dichiarato Michela Murgia – nasce dall’idea di raccontare la complessità partendo da avvenimenti apparentemente comuni. Prenderemo spunto da fatti di interesse di massa e cercheremo di andare alle loro radici simboliche, nell’immaginario e quindi anche nella letteratura, che sarà sempre presente. È un programma di esegesi culturale, se posso dare una definizione davvero precisa. Così, partendo dall’addio di Totti al calcio, si arriva a discutere di eroismo e mitologie, da uno spot che schiaccia una madre con un meteorite si può discutere del tabù del materno e di nuove genitorialità, e il caso di una velina africana bionda è lo spunto per affondare alle radici del razzismo e della paura del diverso. Non esistono temi virali che non nascondano un potenziale profondo di riflessione”.

Tema della seconda puntata (andata in onda il 07 Ottobre 2017):  “Le nuove maternità”.

“Cosa siamo disposti a fare per soddisfare il desiderio di avere un figlio?- si legge nel promo su Raitre -. Ricorrere alla gestazione per altri è l’esercizio di una libertà o una pericolosa prepotenza? La seconda puntata di Chakra proverà a raccontare il complicato legame che chiamiamo ‘maternità’, e l’eterno conflitto tra il sangue, la legge e l’amore. In studio Michela Murgia ne discuterà con la sociologa Daniela Danna, l’ex governatore della Puglia Nichi Vendola e Donatella di Pietrantonio, autrice de L’Arminuta, Premio Campiello 2017″. Puoi rivedere le puntate di “Chakra”cliccando qui

Mario Adinolfi nella puntata quotidiana di “Stampa e Vangelo” dal suo profilo Facebook così commenta: “Si è tenuto uno spot lungo 46 minuti alla pratica dell’utero in affitto in cui la Murgia si è subito dichiarata una ‘fan’ della ‘gestazione per altri’, mandando in onda una serie di servizi tutti e solo a favore della pratica, addirittura provando a raccontare che l’utero in affitto sia un ‘dono’ e le donne ‘non siano poi così sfruttate’. Diciotto minuti della trasmissione sono stati dedicati a un comizio di Nichi Vendola senza contraddittorio con la Murgia in ginocchio a dire ‘non ho mai usato l’espressione utero in affitto che è estremamente violento’. Tutto con i soldi delle famiglie italiane. Per sentirsi dire che ‘il neonato è una straordinaria avventura del linguaggio, non un dato biologico’. Alla fine però confessano e dicono che il libro che spiega la maternità surrogata è Pinocchio”.

“Ho riflettuto per trent’anni sul mio desiderio di genitorialità e per dieci anni prima di cominciare questo percorso”, ha voluto ribadire Vendola su Twitter durante il corso della trasmissione.

Ricordiamo i fatti (non facciamo altro che riprendere quanto ampiamente scritto sui media).

L’ex-Presidente della Regione Pugli, Nichi Vendola, e il suo compagno canadese, Ed Testa, hanno ricorso alla pratica della maternità surrogata (utero in affitto), dalla quale è nato nel febbraio 2016 il piccolo Tobia Antonio.

O meglio, tecnicamente parlando, Tobia è figlio biologico di Ed Testa e di una donna che ha donato l’ovulo (che Nichi e Ed chiamano “zia”). Un’altra donna – che la coppia chiama “la Grande Madre”-  ha invece portato a termine la gravidanza. Sotto questo aspetto la nascita di Tobia è stata quindi resa possibile sia dalla fecondazione eterologa (consentita in Italia dalla legge 40 per le coppie eterosessuali) che dalla GpA, che invece in Italia è vietata per tutti.  Chi è il padre di Tobia – lo sappiamo – è Ed Testa e chi è la madre?  E’ colei che ha messo a disposizione l’ovulo (quindi la madre biologica) in cambio di una ingente somma di denaro, che per gestire tutta la fase di gestazione ha dovuto imbottirsi di farmaci e che al termine della gestazione per contratto stipulato deve garantire l’anonimato. E in tutto questo, Nichi Vendola? E’ il compagno del padre biologico del bambino che il suo compagno ha comprato da una donna californiana scelta accuratamente su un catalogo da una agenzia specializzata.

Quello che invece ci viene venduto dalla più parte dei media è riassumibile in questa “versione dei fatti”: Tobia ha due madri biologiche, un padre biologico e un padre adottivo. Va da sé che questa particolare situazione rende abbastanza ridicole le obiezioni di coloro che dicono che la madre del bambino era una puttana perché si è fatta pagare e comprare. Doppiamente ridicole lo sono quelle di coloro che dicono che la situazione è vergognosa perché il bambino crescerà senza una madre. Di bambini senza una madre ce ne sono molti, la legge italiana ad esempio – al di là dell’eterologa che è una situazione analoga a quella di Vendola – consente ad una madre di non riconoscere il figlio alla nascita. Quel bambino, prevede la legge, non potrà mai sapere chi è la sua madre biologica.

Quale delle due “versioni” è più corrispondente al vero, cioè alla realtà? La prima o la seconda? O entrambe? E’ corrispondente all’umano, alla realtà dell’umano, pensare che possano esistere “genitori sociali”? E’ pensabile che sia umano dire che è cosa buona e giusta che un bambino ex ante sia privato del tutto e per sempre dalla figura materna, dalla donna che lo ha tenuto in grembo per 9 mesi e che l’ha dato alla luce? La madre è solo colei che ha portato in grembo il proprio bambino oppure colei/colui che ex ante tenta di farne le veci? Oppure sono tutte e due “madri”?

Print Friendly, PDF & Email
http://www.communitylacroce.it/wp-content/uploads/2017/10/nichi.jpghttp://www.communitylacroce.it/wp-content/uploads/2017/10/nichi-150x150.jpgDavide VairaniCULTURA#Bambini,#figli,#Maternità,#UteroinAffittoSe tutto è uguale al contrario di tutto, nulla è vero di #DavideVairani 'Un figlio è di chi lo cresce, la genitorialità è un titolo che si acquisisce sul campo' - Nichi Vendola a 'Chakra' su Rai3 La scrittrice Michela Murgia è tornata in tv in veste di conduttrice con 'Chakra', in...In direzione ostinata e contraria