Share this...

II Settimana di QUARESIMA (ANNO B)
MARTEDI’ 27 FEBBRAIO 2018

Spirito di Dio,
tu sei luce che illumina ogni oscurità anche la più profonda. Illumina il nostro sguardo interiore,
la nostra capacità di riconoscere il bene. Suscita e sostieni il nostro desiderio sincero di cercare sempre e solo il bene, di fare il bene riconosciuto e di evitare il male con tutte le nostre forze.
Sia la ricerca e il desiderio di fare il bene la guida di tutte le nostre scelte,
quelle importanti e quelle semplici di tutti i giorni.
Amen.

Vangelo di Matteo (Mt 23,1-12)

Allora Gesù si rivolse alla folla e ai suoi discepoli dicendo: «Sulla cattedra di Mosè si sono seduti gli scribi e i farisei. Praticate e osservate tutto ciò che vi dicono, ma non agite secondo le loro opere, perché essi dicono e non fanno. Legano infatti fardelli pesanti e difficili da portare e li pongono sulle spalle della gente, ma essi non vogliono muoverli neppure con un dito. Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dalla gente: allargano i loro filattèri e allungano le frange; si compiacciono dei posti d’onore nei banchetti, dei primi seggi nelle sinagoghe, dei saluti nelle piazze, come anche di essere chiamati «rabbì» dalla gente. Ma voi non fatevi chiamare «rabbì», perché uno solo è il vostro Maestro e voi siete tutti fratelli. E non chiamate «padre» nessuno di voi sulla terra, perché uno solo è il Padre vostro, quello celeste. E non fatevi chiamare «guide», perché uno solo è la vostra Guida, il Cristo. Chi tra voi è più grande, sarà vostro servo; chi invece si esalterà, sarà umiliato e chi si umilierà sarà esaltato.

Riflessione

«Perché vai ripetendo i miei decreti e hai sempre in bocca la mia alleanza, tu che hai in odio la disciplina e le mie parole ti getti alle spalle?». Le parole del salmo spiegano bene la critica che Gesù rivolge agli scribi e ai farisei. Il Signore non vuole una emittente che trasmetta le sue parole, ma un figlio, un testimone che le viva. Solo chi vive la Parola nella sua interiorità riesce a raggiungere veramente l’interiorità degli altri. Perché? Perché sarà il Padre e il Maestro che dimora in lui a dire una parola efficace che non solo istruisce, ma anche costruisce e salva.
#pregolaParola

Preghiamo

Annunzierò tutte le tue meraviglie. In te gioisco ed esulto,
canto inni al tuo nome, o Altissimo.
Donaci la sapienza del cuore
e custodiscici nel tuo amore.
Amen.

printfriendly-pdf-email-button-md Martedì 27 Febbraio 2018
Condividi:
icon_Follow_en_US Martedì 27 Febbraio 2018 0
53a1c44fb16a61418fe4be3bc8b6ea59?s=100&r=g Martedì 27 Febbraio 2018

Chi sono Davide Vairani

Sono nato il 16 magg­io del 1971 a Soresi­na, un paesino della bassa cremonese. Peccatore da sempre, cattolico per Graz­ia. Se oggi sono cattolico lo devo ad un incontro fondamentale con d­on Luigi Giussani che mi ha educato a vi­vere.

http://www.communitylacroce.it/wp-content/uploads/2018/02/Quaremar-27-e1519719516379.jpghttp://www.communitylacroce.it/wp-content/uploads/2018/02/Quaremar-27-e1519719516379-150x150.jpgDavide VairaniArchivio Chiesa#VersoPasquaII Settimana di QUARESIMA (ANNO B) MARTEDI' 27 FEBBRAIO 2018 Spirito di Dio, tu sei luce che illumina ogni oscurità anche la più profonda. Illumina il nostro sguardo interiore, la nostra capacità di riconoscere il bene. Suscita e sostieni il nostro desiderio sincero di cercare sempre e solo il...cropped-Copia-di-FRAMMENTI Martedì 27 Febbraio 2018