Taca Banda

1H DI GUARDIA PER VINCENT #LAMBERT

Di fronte al tentativo di uccidere un uomo perchè gravemente dipendente - quale è Vincent Lambert - , soltanto alla Madonna possiamo rivolgere le nostre preghiere di intercessione.

La devozione alla Vergine del Silenzio ci dice con una mano di eliminare il vociare inutile e con l’altra ci propone un silenzio adoratore.

Maria è la cattedrale del silenzio in cui risuona la Parola eterna. Sappiamo che - in mezzo alle prove di questo mondo - condividiamo, sia pure in parte, la vita di lei, perché come lei e con lei ci sforziamo di trascorrere tutta la nostra esistenza nella contemplazione e nell’adorazione incessante di Dio, nonostante le nostre fragilità e debolezze

È nell'oscurità della vita feriale di Nazaret che Maria - silenziosamente e nascostamente eppure incessantemente - genera Cristo nell’anima, senza quasi che ce ne accorgiamo.

Per questo, vogliamo prenderci 1h del nostro tempo da sottrarre alle tante parole e nel silenzio osare mendicare tutti insieme a Tuo Figlio il miracolo della vita, sempre secondo la Sua Volontà.

La preghiera comunitaria è un'arma potente, perchè come Cristo stesso ci ha promesso:

"Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Perché chi chiede ottiene, chi cerca trova, e a chi bussa sarà aperto. Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pane, gli darà una pietra? O se gli chiede un pesce, gli darà al posto del pesce una serpe? O se gli chiede un uovo, gli darà uno scorpione? Se dunque voi, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro celeste darà lo Spirito Santo a coloro che glielo chiedono!" (Lc 11, 09-13).

Uniamo le nostre preghiere e facciamolo insieme dal 22 al 30 GIUGNO 2019

Prenota la tua Ora di Guardia:

I media lo dipingono come un vegetale, ma è assolutamente sbagliato.

Come ogni essere umano, si addormenta di notte, si sveglia al mattino, riconosce le nostre voci, ci segue con gli occhi quando parliamo con lui.

Quando c’è una musica che gli piace, cerca da dove viene, girando la testa.

Vincent è vivo. Non è né un vegetale, né totalmente privo di coscienza.

Eppure, con il pretesto che non può più avere relazioni, vogliono ucciderlo.

Dovremmo anche provocare la morte di tutte le persone folli, di tutti coloro che hanno problemi mentali, di tutti quelli che non riescono ad esprimersi?

Bisogna raccontare la verità sulla condizione di Vincent.

Non è né malato né in fin di vita. Ha solo bisogno di ricevere cibo e idratazione come qualsiasi altro essere umano.

L’ospedale non ha un piano di vita per Vincent, ma noi lo abbiamo!

Stiamo lottando per trasferire Vincent a una famiglia adottiva per pazienti come Vincent.

Ma per quanto incredibile possa sembrare, ci viene negato questo trasferimento e Vincent viene preso in ostaggio dall’ospedale universitario di Reims, che si comporta come se fosse il suo proprietario, rinchiudendolo nella sua stanza come un condannato nel braccio della morte.

A volte vogliamo gridare 'Se non volete prendervene cura, dateci Vincent ma non uccidetelo!'

Proteggere Vincent protegge anche tutte le persone vulnerabili da coloro che vogliono liberarsene perché le ingombrano decretando per chi vale la pena vivere, rendendole così ostaggi della lotta per l’eutanasia.

Viviane e Pierre Lambert
genitori di Vincent Lambert

“A che serve loro l’organo della maternità?”

“A che serve loro l’organo della maternità?”

Curioso gioco di date. Oggi la Cgil si intrattiene amabilmente con quanti propongono di rendere legale la mercificazione del corpo femminile.

Esattamente cento anni prima, Antonio Gramsci tuonava esattamente all'opposto.

Per l'edizione torinese dell'“Avanti!”, lo storico leader della sinistra italiana, curò una rubrica di commenti intitolata "Sotto la mole".

In uno di questi, intitolato "Merce", così scriveva in data 06 giugno 1918.

Read More

No all'ideologia #gender

Ci alzeremo quando l'istituzione del matrimonio viene abbandonata all'egoismo umano... e affermeremo l'indissolubilità del vincolo coniugale...

Clicca qui:

#Famiglia: un bene per la società

Ci alzeremo quando il valore della famiglia è minacciato dalle pressioni sociali ed economiche... e riaffermeremo che la famiglia è necessaria non solo per il bene dell'individuo ma anche per quello della società...

Clicca qui

Ogni #vita è degna di essere vissuta

Ci alzeremo quando i deboli, gli anziani e i morenti
vengono abbandonati in solitudine
e proclameremo che essi sono degni di amore,
di cura e di rispetto.

Clicca qui

I bambini non si #comprano

Ci alzeremo quando un bambino viene visto
come un peso
o solo come un mezzo per soddisfare un'emozione
e grideremo che ogni bambino
è un dono unico e irripetibile di Dio...

Clicca qui:

A difesa della #vita

Ci alzeremo ogni volta che la sacralità della vita
viene attaccata prima della nascita

Ci alzeremo e proclameremo che nessuno ha
l'autorità di distruggere la vita non nata...

Clicca qui

#Storie

#Libri

L'evidenza va riconosciuta dovunque come vera.
La semplice reazione e la desolante ripetizione
di vecchi errori vanno evitate.
Ma nella situazione attuale di anarchia mentale
nessun ideale è al sicuro

Gilbert Keith Chesterton, "Perché sono cattolico"

#Cathòlicon

#Cristianofobia

Un caffè in #compagnia

In questi ultimi anni la figura del Cristo è diventata per me fondamentale:
è il pensiero della sua fine in croce a rendermi impossibile anche solo l'idea di aiutare qualcuno a morire.
Se il Nazareno tornasse ci prenderebbe a sberle tutti quanti.
Ce lo meritiamo, eccome, però avremmo così tanto bisogno di una sua carezza

Enzo Jannacci,
"Corriere della Sera", 06 febbraio 2009

#Politica

#Mainstreaming

Message in a #bottle

La radice della questione
è il fattore costitutivo di ciò che c’è,
e la parola più importante per indicare il fattore più importante di quel che c’è
è la parola presenza.
Ma noi non siamo abituati a guardare come presenza
una foglia presente, un fiore presente, una persona presente,
non siamo abituati a fissare come presenza le cose presenti

Luigi Giussani, 1 febbraio 1995

No tags for this post.

Lascia una recensione

Please Login to comment
  Subscribe  
Notificami