Monthly Archive: Gennaio 2017

Un elaborato grafico che diventa icona femminista

Un elaborato grafico che diventa icona femminista

Un elaborato grafico che diventa icona femminista

#LaCroce del 31 Gennaio 2017
di #DavideVairani

In un lampo è diventata la nuova mascotte delle “centinaia di migliaia” di “donne contro Trump” (quelle le cui foto risalivano al 1995): Emma Kranzer, però, non risponde agli input che le sue democratiche burattinaie le danno per consacrarla nuovo passeggero idolo radical.» Continua

Il programma del Popolo della Famiglia: 26 punti di orientamento

Il programma del Popolo della Famiglia: 26 punti di orientamento

Il programma del Popolo della Famiglia: 26 punti di orientamento

di Giuseppe Brienza – Alessandro Serini

ARTICOLO TRATTO DALLA VERSIONE PER ABBONATI, SOSTIENI LA CROCE

www.lacrocequotidiano.it/abbonarsi-ora

“A” come ambiente, per una ecologia integrale. Più prati meno sprechi.

L’ambiente è il giardino di casa dell’umanità, per questo va rispettato. Dobbiamo lasciare alle generazioni future un ambiente migliore di come l’abbiamo trovato.» Continua

È morto don Giuseppe Berardino, prete malato

È morto don Giuseppe Berardino, prete malato

È morto don Giuseppe Berardino, prete malato

#LaCroce del 28 Gennaio 2017

di #DavideVairani

Sui giornali è stato indicato come “l’amico del Papa”. Che è una parte della verità; la verità tutta intera, però, è che il Papa ha cercato e voluto la sua amicizia perché nella dolente cattedra di una malattia fatalmente invalidante, come è stata la Sla di don Giuseppe, riverbera in modo sublime il magistero della Croce che sta al cuore dell’unica grande Speranza cristiana

“La Croce del Suo Corpo monda il mio peccato.» Continua

La battaglia di Silvana De Mari prosegue

La battaglia di Silvana De Mari prosegue

La battaglia di Silvana De Mari prosegue
26 gennaio 2017

da: Osservatorio Gender

La dottoressa Silvana De Mari, come è ormai noto, è scesa in campo in una battaglia ardua e compromettente, specie per il ruolo che la signora ha all’interno del mondo dei medici.

Penso non serva tornare su quanto accaduto, poiché si presume che tutti sappiano i violenti attacchi ricevuti dalla dottoressa a seguito delle sue decise dichiarazioni su omosessualità e dintorni, o meglio – come lei stessa definisce senza mezzi termini – sodomia e dintorni.» Continua