Che vita è?

Che vita è?

di Davide Vairani

L’aspettativa di vita a 65 anni si allunga, cinque mesi in più rispetto al 2013. L’Istat conferma le stime, e dunque dal 2019 la pensione di vecchiaia scatterà a 67 anni e non più a 66 anni e 7 mesi, com’è adesso. Il governo ha infatti deciso che non ci saranno “sconti”, nonostante le richieste di fermare l’adeguamento automatico: a luglio i presidenti della commissione Lavoro di Camera e Senato, Cesare Damiano e Maurizio Sacconi, avevano tenuto una conferenza stampa congiunta sostenendo che lo spostamento in avanti dell’età pensionabile sarebbe stato iniquo, alle loro richieste si erano subito uniti, compatti, i sindacati.» Continua