Posted in #Message

O è un Fatto, oppure non è niente

Il dubbio. La tentazione del dubbio. La fede è essenzialmente un prodotto della riflessione oppure un cercare di penetrare nelle profondità del mio essere? Anche, certamente. Ma, senza l’ascolto mediante il quale Dio dal di fuori, a partire da una storia da Lui stesso creata, mi interpella, la fede si riduce. Perché io possa credere, ho bisogno di testimoni che hanno incontrato Dio e me lo rendono accessibile.

"La speranza induce a esplorare il mondo alla ricerca di una piccola, minuscola crepa che potrebbero aver lasciato rapporti e legami; una fessura – sia pur sottilissima – che aiuti a ordinare e centrare il mondo indefinito perché l’inatteso desiderato dovrà infine uscirne fuori come felicità definitiva. La speranza porta alla disperazione, se la convinzione non fa trovare nessuna fessura, nessuna possibilità di essere felice"

(Anna Arendt)

Continua...
Posted in #Actuality

Londra: per staccare la spina basterà l’ok di medici e famiglia

Staccare la spina ai pazienti che versano in stato vegetativo nel Regno Unito diventa sempre più pericolosamente facile. La Corte suprema britannica è intervenuta questo lunedì con una sentenza storica, in base alla quale non sarà più necessaria la richiesta di autorizzazione legale per interrompere l'alimentazione artificiale dei malati in stato vegetativo e basterà quindi un accordo tra i medici e i familiari.

Continua...
Posted in #Actuality #VincentLambert

Perchè?

16 luglio 2018. Viviane Lambert sale le scale: due consiglieri del Presidente Macron la attendono per un colloquio. Lo aveva chiesto espressamente in due lettere al Presidente della Repubblica, pubblicate sui media francesi. "Mio figlio è stato condannato a morte. Il suo nome è Vincent Lambert, è il padre di una bambina, vive e non ha commesso alcun crimine" - scriveva il 12 aprile 2018 Viviane Lambert nella prima lettera a Macron. 

Continua...
Posted in #Message

Post-it

Può "prendersi cura" di sè solo chi sa realisticamente riconoscersi per quello che è. Così da "curare" le proprie "infermità" intellettuali, morali, spirituali ... Sviluppando l'attitudine alla prudenza: che rende meno disinvolti nella pretesa di voler "sanare" le "deficienze" altrui. La verità su noi stessi, infatti, è difficile da cogliere e ancor più da accogliere: provoca disagio e ci fa sentire vulnerabili. Ecco: il nostro problema è proprio la vulnerabilità.

Continua...
Posted in #Actuality

Croazia-Francia: lasciamo che sia solo una partita di fùubal

In attesa della finalissima di domenica, sui social è un tripudio di fans scatenati pro-Croazia. Questa finalissima di calcio pare si stia trasformando in una sorta di derby tra "sovranisti e conservatori che tiferanno Croazia, squadra etnicamente compatta (con qualche eccezione serbo-croata) animata da forte patriottismo" e "immigrazionisti e solidaristi che tiferanno Francia, simbolo dell'Europa multiculturale e multirazziale. Nazionalisti contro inclusivisti", come scrive Rodolfo Casadei. Dopo la notizia diffusa sui media circa la cattolicità dell'allenatore croato che porta con sè ad ogni partita un rosario in tasca, poi, il derby si connota di un'aurea persino mistico-escatoligica. Onestamente, lo confesso, mi appassiona assai poco un tale modo di interpretare il calcio ... 

Anche perchè, se dovessi tifare usando le categorie interpretative sopra evidenziate, avrei seri problemi.  Ma - e forse troppi hanno la memoria corta - anche tifare Croazia non mi entusiasmerebbe troppo. Sarà perchè ricordo troppo bene che cosa accadde in quei territori solo una trentina di anni fa'.

Continua...
Posted in #Actuality #VincentLambert

Vincent #Lambert: per lui nessuna maglietta rossa

Sono monotematico ultimamente, me ne rendo conto, e metto le mani avanti. Sarà che nessun indignados ha indossato per lui una maglietta rossa in segno di protesta, sarà che ai media di lui importa nulla, sarà che lui non è un piccolo cucciolo e la sua storia è complessa e "non buca", sì, lo avete capito: attendevo aggiornamenti circa l'evoluzione dell'affaire Vincent Lambert.

Per fermare l’emorragia di umanità. Nel mio piccolo. Perchè - comunque andrà a finire e comunque la si pensi - la storia di Vincent non vada persa nei trafiletti dell'informazione globalizzata prima che possa almeno farci riflettere due minuti (una vita vale almeno due minuti?) sul senso del rispetto e della cura per la vita e per la morte.

Continua...