Posted in Un caffè in #compagnia

Un caffè in #compagnia

Lunedì 24 Giugno 2019

"Io ti rendo grazie: hai fatto di me una meraviglia stupenda"

NATIVITÀ DI SAN GIOVANNI BATTISTA

S. Teodolfo

Is 49,1-6; Sal 138; At 13,22-26; Lc 1,57-66.80

Continua...
Posted in #VincentLambert politica

I congiurati della ‘dolce morte’ uccidono solo d’estate

Rimane come un mistero che - incrociando le date - solo d'estate si compiano le sentenze dei congiurati della "dolce morte".

Di giovedì del 21 giugno nell'Anno del Signore 2017 Inés Afiri, 14 anni, fu condannata a morte nell'ospedale di Nancy, nell’Est francese.

Da allora abbiamo imparato presto a conoscere a memoria il protocollo medico-giudiziario che, come un libro scritto male, avrebbe ripetuto stancamente un finale già scritto fin dalle prime righe: Isaiah Haastrup, Charles Matthew William, Gard Alfie Evans

Domani sarà probabilmente il turno di Vincent Lambert. I congiurati della "dolce morte" questa volta hanno deciso che dovesse essere la volta di un uomo adulto, 43 anni, francese, per cambiare strategia. I bimbi fanno sempre tenerezza e si crea con molta facilità empatia con le loro storie di dolore.

E allora tutto diventa più complicato, perchè l'opinione pubblica si mobilita in ogni dove e così i protocolli di morte rallentano la loro inesorabile marcia, si sfarinano nel tempo, con il rischio che possano anche saltare.

Con Vincent tutto questo non può succedere. Chi vuoi che si mobiliti per difenderne il diritto alla vita?

Domani, lunedì 25 giugno, la Corte di Cassazione francese - in seduta plenaria - dovrà decidere.

Domani sarà l'ennesima farsa, molto probabilmente l'ultima di questa assurda contesa medico-giudiziaria. Hanno già deciso che Vincent Lambert deve morire. E sarà solo questione di tempo.

I congiurati della "dolce morte" uccidono solo d'estate.

Continua...
Posted in #vita identità

“Feto durante il travaglio è persona”: e prima, allora?

Il feto inizia a essere considerato persona dall'"inizio del travaglio", e non già dal successivo momento del "distacco dall'utero materno".

Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza 27539/2019, depositata giovedì sera, sostanzialmente confermando l'orientamento inaugurato nel 2008.

Una decisione storica, un ulteriore tassello nella direzione del riconoscimento giuridico dell'embrione come persona.

Nel contesto attuale "di totale ampliamento della tutela dei diritti della persona e della nozione di soggetto meritevole di tutela, che dal nascituro e al concepito si è poi estesa fino all'embrione", il feto, "benchè ancora nell'utero", deve essere considerato un "uomo" durante il travaglio della gestante, nel momento cioè della "transizione dalla vita uterina a quella extrauterina".

Se giuridicamente il feto viene riconosciuto "uomo" durante la fase del travaglio, che cosa era prima se non ancora un "uomo"?

Continua...
Posted in #VincentLambert media

Per #Lambert lunedì una tragica farsa

Quantomeno singolare il fatto che colui che lunedì avrà un notevole peso nel condizionare l'ago della bilancia decida - quattro giorni prima - di fare sapere pubblicamente i contenuti della tesi che il medesimo andrà a sostenere in un dibattimento delicato nel quale si giocherà la vita o la morte di una persona.

E' come se in una finale del campionato del mondo l'arbitro designato a dirigere la partita dichiari pubblicamente che farà vincere una delle due squadre contendenti.

Verrebbe deferito e squalificato immediatamente e sostituito da un altro arbitro per garantire la massima imparzialità.

Tutto abbiamo visto in questi sei anni di battaglie legali tranne che imparzialità.

Lunedì assisteremo all'ennesima e forse ultima farsa di un giudizio già preso e scritto da tempo: Vincent deve morire.

Il resto è chiacchiera da azzeccagarbugli.

Continua...
Posted in Un caffè in #compagnia

Un caffè in #compagnia

Venerdì 21 Giugno 2019

S. Luigi Gonzaga (m); S. Rodolfo; B. Tommaso di Orvieto
11.a Tempo Ordinario
2Cor 11,18.21b-30; Sal 33; Mt 6,19-23

Continua...
Posted in #uteroaffitto politica

“A che serve loro l’organo della maternità?”

Curioso gioco di date. Oggi la Cgil si intrattiene amabilmente con quanti propongono di rendere legale la mercificazione del corpo femminile.

Esattamente cento anni prima, Antonio Gramsci tuonava esattamente all'opposto.

Per l'edizione torinese dell'“Avanti!”, lo storico leader della sinistra italiana, curò una rubrica di commenti intitolata "Sotto la mole".

In uno di questi, intitolato "Merce", così scriveva in data 06 giugno 1918.

Continua...
Posted in #uteroaffitto identità

Utero in affitto in salsa rossa

Deve essersene accorto il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, del passo falso, al punto da intervenire (maldestramente) per calmare le acque agitate di tante donne tesserate CGIL che non hanno taciuto la propria contrarietà.

“La Cgil non promuove né appoggia alcuna legge di sostegno o di regolamentazione della maternità surrogata. Simili decisioni, infatti, possono essere assunte solo dal nostro direttivo e ciò non è mai avvenuto”.

Insomma, il classico cerchio bottismo per non ammettere che il suo rosso Ufficio Nuovi Diritti ha fatto una cazzata.

Glielo spiega Landini alle donne tesserate CGIL che devono sostenere l'insostenibile anche per il più trinariciuto difensore del diritto all'autodeterminazione della donna?

Continua...
Posted in Un caffè in #compagnia

Un caffè in #compagnia

Giovedì 20 Giugno 2019

S. Gobano; S. Giovanni da Matera; B. Margherita Ebner
11.a Tempo Ordinario
2Cor 11,1-11; Sal 110; Mt 6,7-15

Continua...