La ferita e la carezza

di Davide Vairani


Eppure, a sentirlo parlare oggi, davanti ai ragazzi, quella carezza è qualcosa che lo ha segnato per sempre. Insieme a una ferita, del cuore.

"Che non so di che qualità sia", dice lui: "So che è grande. È nata grande e non si chiude. Tanti fanno finta di non averla, tirano dritti. Li guardo, e mi viene da sentirmi male...".

Come quel tassista, forse.

"È giusto che quella ferita rimanga lì, che a volte sanguini e altre no. Ha ragione di esistere? Io dico di sì. È la stessa ferita del Nazareno".

Ferita, cuore, carezze. Hanno sessant’anni meno di lui, i ragazzi che ha davanti. Tanti non sono neppure italiani: egiziani, marocchini, ucraini. E poi lui canta in milanese. Eppure parla la loro lingua.

Li vedi gli sguardi rapiti, mentre Enzo racconta del quadro che ha vicino al letto, una rivisitazione della Crocifissione, dove c’è un ragazzo che abbraccia i piedi di Gesù.

"Il Nazareno non può, come allora, dargli una carezza. È fissato coi chiodi. E mi dà fastidio. Il ragazzo è a torso nudo, coi jeans. E ha le scarpe come quelle di Gaber", l’amico Giorgio, cui Enzo ha voluto bene "come un fratello".

Li guarda così, anche quei ragazzi che ha davanti, con gli occhi semichiusi. Che forse di quella carezza iniziano a capirci davvero qualcosa, magari sentendola su di sé.

"Va che sto guardando che scarpe avete, eh. Vi auguro tutta la felicità che ha promesso il Nazareno attraverso la carezza, e la ferita.

La carezza, data quel giorno a quella persona, povera.

E poi la ferita. Io ce l’ho da sempre, e non mi dispiace averla", dice Enzo, prima di intonare Ti te sé no, ma quand mi te caressi la tua bèla faccetta inscì nètta, me par de vèss un sciúr...

"Perché non abbiate mai a dimenticare che tutto ve l’ha mandato Lui.

Non dimenticatelo, mai".

"La ferita che ho nel cuore"
Paolo Perego, "Tracce", 30.03.2013

Ti te se no – Enzo Jannacci

Lascia una recensione

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami