Condividi

Padre Gigi #Maccalli: silenzio assordante


Padre Gigi Maccalli: il religioso è stato sequestrato in Niger – a Bomoanga – il 17 settembre 2018 e da allora non si sono più avute notizie.

Ogni 17 del mese, nelle parrocchie della diocesi di Crema, si prega per la sua liberazione, così come è stata chiesta l’intercessione proprio di padre Cremonesi.

I mesi ora sono tredici: 386 giorni di ansia, trepidazione, preghiera. E di forte e incrollabile speranza.


Le ultime notizie sono state diffuse dal quotidiano online ‘Africa ExPress’, meno di una settimana fa.

Il giornale riporta la notizia secondo la quale un tedesco e un americano, rapiti oltre due anni fa in Niger, sarebbero vivi. Per la loro liberazione si sta adoperando il Governo del Paese africano, cosa che invece non è per padre Maccalli.

Il religioso cremasco sarebbe infatti, stando alla fonte, in Burkina Faso, dove i rapitori lo avrebbero portato subito dopo il sequestro. A padre Gigi ci pensa dunque direttamente la Farsnesina. Rémi Dandjinou, portavoce del governo burkinabé, lo scorso aprile aveva assicurato che il missionario è vivo. Altre fonti, invece, sostengono che sarebbe stato portato nuovamente in Niger dai rapitori.

Intanto proprio oggi, 18 ottobre, si svolge la XIV edizione di “Un milione di bambini recitano il rosario” promossa dalla Fondazione Aiuto alla Chiesa che Soffre. E qui in Italia i referenti della Fondazione spiegano che hanno chiesto ai bimbi una preghiera speciale per padre Gigi, che proprio dei piccoli si occupava nella sua missione in Niger.

Resta la preghiera, ma anche la speranza. La notizia dei due uomini sequestrestati due anni fa, dei quali si ha la certezza siano vivi, conforta la famiglia di Maccalli, i confratelli e la comunità della diocesi di Crema.

https://ilnuovotorrazzo.it/2019/10/17/veglia-padre-gigi-offanengo/?fbclid=IwAR157Xu4dfHWw9_gy7gMPCyo9erDu95hn_oytOw5Jbb1yb38sVNdYNced94

Vi riproponiamo la preghiera che tutti i giorni eleviamo a Dio per la liberazione di p. Pier Luigi.

Non stanchiamoci di recitarla.

E aiutateci a diffonderla.

Eccomi, Signore, dinanzi a Te.
Ti prego perché l’Africa conosca Te e il Tuo Vangelo.

Accresci in essa discepoli secondo il tuo cuore:
uomini di fede e di umiltà, di ascolto e di dialogo,
i quali vivano per Te, con Te, in Te.

Accorda ai missionari la pazienza nelle prove,
la gioia nelle contrarietà;
l’amore per i poveri e i sofferenti,
la ricerca della giustizia e della pace.

Fa’ che vivano in semplicità di vita e in comunione fraterna.
Dona loro la felicità di veder crescere nuove Chiese
e di morire nel tuo servizio.

Sostieni p. Gigi là dove si trova,
e fa che torni presto tra di noi e nella sua missione,
per intercessione di Mons. De Brésillac, fondatore della SMA.

Amen

Un anno senza padre Maccalli, rapito in Niger

Condividi

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
50

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami