Cum ortus fúerit sol de cælo, videbitis Regem regum

Martedì della 4.a Settimana di Avvento

Martedì 24 Dicembre 2019

Feria di Avvento; S. Delfino; S. Irma

Canterò per sempre l’amore del Signore

2Sam 7,1-5.8b-12.14a.16; Sal 88; Lc 1,67-79

Novena di Natale

IX° GIORNO

Videro una grande luce (Is 9,1-6)

«Il popolo che camminava nelle tenebre vide una grande luce; su coloro che abitavano in terra tenebrosa una luce rifulse. Hai moltiplicato la gioia, hai aumentato la letizia.

Gioiscono davanti a Te come si gioisce quando si miete e come si gioisce quando si spartisce la preda.

Poiché il giogo che gli pesava e la sbarra sulle sue spalle, il bastone del suo aguzzino tu hai spezzato come al tempo di Madìan. Poiché un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio.

Sulle sue spalle è il segno della sovranità ed è chiamato.

Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre per sempre, Principe della pace.

Grande sarà il suo dominio e la pace non avrà fine sul trono di Davide e sul regno, che egli viene a consolidare e rafforzare con il diritto e la giustizia, ora e sempre».

Antifone al Magnificat

Cum ortus fúerit sol de cælo, videbitis Regem regum procedéntem a Patre, tamquam sponsum de thálamo suo.

Cum ortus

Lascia un tuo commento

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami