Posted in #Catholicon #VincentLambert

Alimentazione e idratazione

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questa impostazione ha, dal punto di vista filosofico, un grande rilievo perché, al di là dell’autorevolezza della fonte, mette in campo argomenti che non richiedono alcuna pre-comprensione religiosa.

Il riferimento non è al concetto di ‘sacralità’ della vita, ma a quello di dignità della persona umana e quindi si pone nel contesto di una categoria particolarmente cara all’etica cosiddetta ‘laica’ del Novecento.

L’attuale Nota introduce due ulteriori elementi di riflessione: il rischio che prevalgano il criterio della cosiddetta qualità della vita – che è solitamente pensato in termini di soggettiva valutazione del valore dell’esistenza – e quello, politico – sociale, legato alla “cultura dello scarto”.

In una società della prestazione, dove il valore dell’umano è posto nell’efficienza, risulta difficile apprezzare, valorizzare e tutelare coloro che, per malattia, età, condizioni sociali rischiano di essere considerati un “peso”, un “fardello” ma, anche, un monito profetico nei confronti dei sani.

In questo momento storico, la drammatica vicenda umana di Vincent Lambert, ci richiama non soltanto a un supplemento di riflessione, ad una passione umana attenta, ma anche alla concreta traduzione del riferimento ai valori e ai principi etici in concrete politiche di sostegno, economico, culturale e sociale di coloro che, famigliari, amici, operatori sanitari e medici, si prodigano nel garantire un’assistenza che sia sempre all’altezza dell’intrinseco valore della persona umana, specialmente in tutte le condizioni in cui rischia di essere abbandonata alla sua fragilità.


Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua...
Posted in #Catholicon #LaCroce #VincentLambert

Chiesa di Francia a testuggine: salvare #Vincent

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Chiesa di Francia non si tira indietro e scende in campo apertamente a difesa delle persone più fragili e vulnerabili della società: schierata come a testuggine per salvare la vita di Vincent Lambert.

Oltre al Presidente della Conferenza Episcopale francese, numerosi Vescovi non hanno esitato ad esporre pubblicamente le proprie valutazioni.

Scende in campo anche il Gruppo di bioetica della Conferenza Episcopale francese con un documento intitolato “Une ambition: la protection des plus fragiles”, pubblicato il 18 maggio sul sito web della CEF.

“Perché questa fretta di portarlo a morire?”, scrive Mons. Pierre d’Ornellas, Arcivescovo di Rennes e responsabile del Gruppo di Bioetica della CEF, deplorando il fatto che il governo voglia ignorare l’opinione del Comitato delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità (CIDPH) che raccomanda che la decisione di interrompere il trattamento venga temporaneamente sospesa.

Nel documento viene messa in discussione la base giuridica ed etica alla base di questa decisione.


Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua...
Posted in #Catholicon clericalismo ServuservorumDei

Papa Francesco: “annunciare il Vangelo ai piccoli e proteggerli dai lupi voraci”

Spread the love
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

“Vorrei qui ribadire chiaramente: se nella Chiesa si rilevasse anche un solo caso di abuso – che rappresenta già di per sé una mostruosità – tale caso sarà affrontato con la massima serietà. Fratelli e sorelle: infatti nella rabbia, giustificata, della gente, la Chiesa vede il riflesso dell’ira di Dio, tradito e schiaffeggiato da questi disonesti consacrati. L’eco del grido silenzioso dei piccoli, che invece di trovare in loro paternità e guide spirituali hanno trovato dei carnefici, farà tremare i cuori anestetizzati dall’ipocrisia e dal potere. Noi abbiamo il dovere di ascoltare attentamente questo soffocato grido silenzioso”.

Nella Sala Regia, dopo la Santa Messa, Papa Francesco pronuncia un discorso a conclusione dell’Incontro su “La protezione dei minori nella Chiesa”.

Un nuovo Motu Proprio del Papa “sulla protezione dei minori e delle persone vulnerabili”, per “rafforzare la prevenzione e il contrasto contro gli abusi nella Curia Romana e nello Stato della Città del Vaticano”. Ad annunciarne l’imminente pubblicazione, durante l’ultimo briefing dell’incontro in Vaticano, è stato il moderatore, padre Federico Lombardi.

Il testo completo.


Spread the love
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares
Continua...
Posted in #Catholicon #LaCroce clericalismo

Clero e abusi su minori: il Rapporto della Chiesa in Belgio

Spread the love
  • 79
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    79
    Shares

Clero e abusi su minori: il Rapporto della Chiesa in Belgio di Davide Vairani #LaCroce quotidiano, 16 Febbraio 2019 La Chiesa belga e l’orrore degli…


Spread the love
  • 79
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    79
    Shares
Continua...
Posted in #Catholicon

A margine delle scomuniche a don Minutella

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nei giorni scorsi – come molti di voi sapranno – don Antonello Maria Minutella è stato ufficialmente scomunicato per il “delitto di eresia e per il delitto di scisma”, come previsto dalla Legge canonica.

Lo ha reso noto l’Arcidiocesi di Palermo negli scorsi giorni con uno scarno comunicato sul suo sito:

Si comunica che, in data 13 novembre 2018, è stato notificato a Don Alessandro Maria Minutella il Decreto del 15 agosto 2018 (Prot. N. 046/18) con cui l’Ecc.mo Arcivescovo Mons. Corrado Lorefice dichiara le scomuniche latae sententiae, in cui lo stesso Sacerdote è incorso per il delitto di eresia e per il delitto di scisma, come previsto dalla Legge canonica (cfr. can.1364 §1 CIC), con tutte le conseguenze derivanti dallo stesso provvedimento”.

Il comunicato – a firma del Cancelliere arcivescovile don Antonio Talluto – definisce con nettezza l’oggetto della scomunica (“delitto di eresia e di scisma”), latae sententiae, formula giuridica del Codice di Diritto Canonico che consiste nella forma di irrogazione della pena non legata a una dichiarazione particolare, ma solo al fatto che si commetta lo specifico delitto per il quale il legislatore ha stabilito la pena.

Probabilmente i più avranno sentito parlare di don Minutella da alcuni servizi  andato in onda per “Le Iene” tempo fa’ oppure lo avranno “incontrato” navigando sui social, dove lui e molti suoi “seguaci” sono decisamente attivi.

Gli atti di scomunica sono molto rari nella Chiesa cattolica dei tempi moderni, proprio perchè si arriva ad un giudizio e ad un gesto estremo dopo aver tentato altre strade per giungere a riportare la persona interessata nell’ortodossia.

Si è scritto e detto di tutto su questa vicenda, in particolare da più parti – tutte interne al cosiddetto “mondo cattolico” – che trattasi di una punizione ritorsiva per essersi ripetutamente messo contro Papa Francesco. Come se la Chiesa di Cristo fosse una cupola mafiosa che esegue gli ordini del capo dei capi, Bergoglio.

In realtà la vicenda è più complessa ed esigerebbe non solo maggior conoscenza dei fatti, ma soprattutto una maggiore coscienza collettiva del vero senso e significato di termini come “scisma”, “eresia” e “scomunica”.


Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua...
Posted in #Catholicon

Il rischio di sprofondare nel moralismo

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Finalmente qualcuno che ha il coraggio della verità! Merce rara oggigiorno, anche dentro la Chiesa. Lo fa il Prof. Massimo Borghesi con un articolo pubblicato su “Il Foglio”, dal titolo: “Il dossier Viganò indurrà la chiesa a sprofondare nel moralismo” (06 settembre 2018).

Ricattata, l’Istituzione ecclesiastica si clericalizzerà ancora di più. Il vero scandalo è che non si parla più di Cristo. “Tanto le considerazioni di Ferrara quanto quelle di mons. Negri, dimostrano, nella loro preoccupazione, come il documento Viganò, lungi dal favorire la pulizia nella Chiesa, rischi di giocare un ruolo deviante – conclude il suo ragionare il Prof. Boghesi -. Deviante non tanto per la condanna di quanti sono implicati nella pedofilia, un’azione che continuerà con sempre maggior vigore. Quanto per la prospettiva missionaria, di annuncio del Cristo risorto, di speranza cristiana per i popoli nel tempo del nichilismo.

Una Chiesa ripiegata su di sé, concentrata nel leccarsi le ferite, timorosa a causa dei suoi peccati di fronte al mondo, ricattata e costretta ad auto-giustificarsi, non ha più la semplicità di offrirsi al mondo nella consapevolezza di essere una povera sgualdrina che deve tutto a Dio e nulla a sé stessa. Il clericalismo, lungi dall’essere superato, ne uscirà rafforzato”.

Ne pubblichiamo il testo completo, convinti che possa aiutare davvero chi vuole la verità.


Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua...
Posted in #Actuality

La cultura del sospetto non è l’anticamera della verità

Spread the love
  • 32
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    32
    Shares

Amesso e non concesso che la narrazione di Mons. Vigano corrisponda alla verità di come si sono svolti i fatti (per altro tutta da dimostrare), è a partire da questa prova provata che viene costruito il teorema: Papa Francesco è rimasto silente troppo a lungo semplicemente perchè lui è il mandante, lui è in realtà il capo dei capi, il tessitore occulto della cupola di pederasti, pedofili, omosessuali che vuole occupare il potere per sovvertire la Chiesa di Cristo. E’ Papa Francesco il dominus che protegge “le reti di omosessuali, ormai diffuse in molte diocesi, seminari, ordini religiosi, ecc.”.

Di questo si tratta, allora, alla fine dei conti? Questo si vuole – davvero – dimostrare? Si è convinti – davvero – che sia l’omosessualità il cancro e non forse la spia di una endemica malattia? Si è convinti – davvero – che Papa Francesco sia il capo dei capi della cupola mafiosa assoldata dal demonio per sovvertire la Chiesa di Cristo?

“Francesco ha ragione – a mio avviso – nell’accusare il clericalismo e non l’omosessualità, ovvero la malattia e non uno dei sintomi: il problema è che a questa diagnosi ideale deve far seguito una terapia compatibile con la ‘cartella clinica’ del paziente, cioè della Chiesa stessa. E questa cartella clinica dice di una diffusione endemica del male. Il grande pubblico, con tutti i luoghi comuni sulla corruzione ecclesiastica, neppure immagina il grado di marcio che pervade questa Danimarca; gli stessi ‘cattolici impegnati’, quelli che s’informano e cercano di farsi un’opinione sui fatti di Chiesa, mi sembrano avere una percezione sottodimensionata del problema. Il clericalismo che rende i chierici autoreferenziali e pronti a sfuggire a ogni controllo – dalla base e dai vertici, perché così funziona una cordata – è presente nella Chiesa come il sospetto di una malattia venerea in una dark room”.
(“Omosessualità e clericalismo: per Francesco e per la Chiesa è l’ora della verità”, di Giovanni Marcotullio, “Breviarium”, 26 agosto 2018).

E allora di questo parliamo. In una prossima seconda puntata.


Spread the love
  • 32
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    32
    Shares
Continua...
Posted in #Actuality

“Voi, famiglie, siete la speranza della Chiesa e del mondo!”

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“Lasciate che vi dica un’ultima cosa. Voi, famiglie, siete la speranza della Chiesa e del mondo! Dio, Padre, Figlio e Spirito Santo, ha creato l’umanità a sua immagine e somiglianza per farla partecipe del suo amore, perché fosse una famiglia di famiglie e godesse quella pace che Lui solo può dare. Con la vostra testimonianza al Vangelo, potete aiutare Dio a realizzare il suo sogno. Potete contribuire a far riavvicinare tutti i figli di Dio, perché crescano nell’unità e imparino cosa significa per il mondo intero vivere in pace come una grande famiglia”.

da: Papa Francesco, IX Incontro Mondiale delle famiglie, Festa delle famiglie al Croke Park Stadium (Dublino), 25 agosto 2018


Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua...