Tagged: #message

Le Lettere di Cèline C. – La prepotenza dell’amore

Condividi

In questi ultimi tempi il mio cuore ha vissuto in immersione. Come quando metti un uovo in un bicchiere. Va a fondo. E se lo poggi senza delicatezza addirittura si rompe. La vita a volte ti confina al fondo di un bicchiere. E resti immerso nell’acqua. Il dolore e la fatica spesso sfigurano tutto quello che vivi, addirittura il passato, tutto quello che tocchi, la stessa gente che hai di fronte e il tocco degli altri. Resta solo la sensazione del tuo peso in fondo al bicchiere e la percezione del peso dell’acqua che ti fa restare giù. Quando la sofferenza supera il limite che un cuore umano può sopportare, il rischio più grande è restare sul fondo del bicchiere per troppo tempo.

Ma se resti, se non ti dimeni per risalire, accade una cosa interessante.

Condividi

Post-it

Condividi

Può “prendersi cura” di sè solo chi sa realisticamente riconoscersi per quello che è. Così da “curare” le proprie “infermità” intellettuali, morali, spirituali … Sviluppando l’attitudine alla prudenza: che rende meno disinvolti nella pretesa di voler “sanare” le “deficienze” altrui. La verità su noi stessi, infatti, è difficile da cogliere e ancor più da accogliere: provoca disagio e ci fa sentire vulnerabili. Ecco: il nostro problema è proprio la vulnerabilità.

Condividi